giovedì 19 luglio 2007

Pre-Nomination 3

Cari amici, quando si dice che al peggio non c'è mai fine. Vi ricordate che la scorsa settimana in "Nomination 2" vi parlavo di un nuovo amico-collega fatto fuori (pardon, non rinnovato il contratto)? Bene, oggi giovedì il capolavoro. Mi telefona questo mio amico e mi dice: "Domani siamo di nuovo colleghi...mi hanno fatto il contratto fino al 20". Fico...meno male hanno capito che uno che lavorava da quasi un anno a produzione piena meritava questa "chance". Poi ho riflettuto: "ma porco cane, il 20 è domani!!!". Capiamoci un attimo perchè qua siamo al delirio. Viene richiamato uno che ha lavorato per un anno, affidabile, non casinista, sempre a "produzione" e gli fai il contratto per un giorno???? ??? ??? Forse Bonanni potrà aiutarmi a capire, perchè sicuramente non è colpa del capolavoro "Legge 30/03", non sia mai che questa crei delle "falle" per queste aberrazioni, no, sicuramente è il datore di lavoro non molto umano..... peccato che non è mica il solo. E allora, quanti altri esempi dovremo tirar fuori prima di convincere qualcuno che poi tutto questo capolavoro, forse ma forse la legge Biagi non è?

2 commenti:

Enzo ha detto...

Innanzitutto, complimenti per questo blog perchè tratta un argomento molto importante e forse poco diffuso; spero che in molti lo leggano e spero che lo leggano anche dirigenti o amministratori di Aziende...a proposito di quest'ultimi, consiglio loro un libro che possa aiutarli a gestire meglio le proprie attività e per evitare di fare errori che possono portare alla loro "rovina" e all'inevitabile fallimento.
Qui a seguire la descrizione del libro presa dal sito dove viene venduto:
"Napoleone è sicuramente uno dei personaggi più affascinanti della storia; studiandone la carriera non si può che venire colpiti dalla sua intelligenza sottile, dalla sua etica e dalla sua tenacia. Il libro di Jerry Manas raccoglie i numerosi insegnamenti di Napoleone e, facendo incontrare la storia e il mondo del business, spiega come applicarli al project management del nostro tempo. Le strategie del condottiero, che sconfisse quasi tutte le coalizioni più potenti della terra, sono oggetto di un’attentissima analisi, attraverso la quale sono individuate le caratteristiche vincenti nella gestione di un progetto e nelle relazioni con le persone che ci circondano. Integrando gli insegnamenti del “maestro” con i sistemi di alcuni esperti di business, il testo fornisce le indispensabili istruzioni per mettere a frutto i “Sei principi Vincenti” di Napoleone (esattezza, velocità, flessibilità, semplicità, carattere e forza morale).

L'epopea di Napoleone rappresenta un capitolo affascinante della Storia e rivela le sue eccezionali qualità di manager e di organizzatore, non solo in campo militare ma in tutti gli aspetti della politica e della vita pubblica. L'ascesa e la caduta del generale Bonaparte costituiscono un grande caso di studio per l'impresa, utile a individuare le caratteristiche vincenti della gestione di un progetto, di una strategia o delle relazioni con le persone che ci circondano. Con uno stile chiaro ed avvincente, Jerry Manas muove da un'attenta analisi delle vicende storiche per illustrare, senza mai diventare noioso o accademico, i Sei Principi Vincenti di Napoleone (esattezza, velocità, flessibilità, semplicità, carattere e forza morale). Strategie e tecniche di leadership che i manager possono applicare in azienda per: sviluppare le competenze per raggiungere con successo i propri obiettivi; stabilire le priorità e utilizzare al meglio le risorse disponibili; comunicare in modo rapido ed efficace; costruire il consenso per motivare e gestire team numerosi evitando gli errori e i difetti (come impazienza, impulsività, eccessiva ambizione, senso di superiorità) che hanno condotto il grande imperatore alla rovina e che danneggiano anche le aziende e i leader di oggi."
Sito dove acquistare il libro: www.bol.it
Comprate, leggete e riflettete!!!
da un ex interinale.

Candie ha detto...

Good words.