giovedì 9 agosto 2007

Quando la verità fa male

Caro Francesco, questa volta l'hai combinata bella, ma lo sai che quando si dice la verità poi si scatena un polverone? Mi riferisco alle dichiarazioni rilasciate dal deputao Francesco Caruso (Rc), qui riporto alcuni dei titoli:

Caruso, frasi choc: «Treu e Biagi assassini» - Corriere della Sera

Caruso: "Treu e Biagi assassini dei giovani morti sul lavoro" - Repubblica

Il putiferio è scoppiato, basta che qualcuno faccia una provocazione, un piccolo paragone che i benpensanti si scatenano. E ci può stare anche che si condannino le parole, forse un po' forti, di Caruso. Quello che non ci può stare è che si chiudano gli occhi sulla realtà delle cose.

Quando Caruso dice che l'aumento delle morti bianche sono conseguenza anche della precarizzazione, non fa mica una scoperta strabiliante: mi spiegate come un lavoratore neo-somministrato in un'azienda edile (ovvero un alto-forno, ovvero operante con presse idrauliche, ecc), può imparare tutte le norme di sicurezza relative al posto di lavoro? E se ci aggiungiamo che questo lavoratore molto probabilmente dopo un mese dovrà imparare altre norme in un'altra realtà produttiva, siamo sicuri che questo povero essere riesca a "sorbire" pagine e pagine di norme e comportamenti, per operare in sicurezza? E se ci aggiungiamo che lavora con la spada di Damocle sulla testa, della produzione, altrimenti il rinnovo se lo scorda. Mi dite se starà così attento a rispettare le norme di sicurezza che molte volte mal si concigliano con la produttività?

Non c'è bisogno che risponda alle domande vero?

Volete sapere i commenti dei santoni politici? Eccone qualche esempio:

«Le parole di Caruso sono assolutamente demenziali» - Cesare Damiano (Ministro del Lavoro)

«Le parole farneticanti di Caruso sono un pessimo servizio alla causa di chi ha a cuore gli interessi e la tutela dei diritti dei lavoratori.» - Rosy Bindi (Ministro della Famiglia)

«Come si trova Treu nella stessa maggioranza con Caruso che lo definisce un assassino? E il presidente della Camera Fausto Bertinotti, segretario di Rifondazione comunista al momento della candidatura di Caruso considera assassini anche lui Treu e Biagi, quest'ultimo in verità assassinato dalla Brigate Rosse al cui linguaggio si ispira Caruso?. Il dolore per le morti sul lavoro e la necessità di combattere questa terribile piaga non giustificano il linguaggio di questo pluripregiudicato per atti di violenza. Lo cacceranno dal suo partito e dal suo Gruppo parlamentare?» - Maurizio Gasparri (Alleanza Nazionale)

«Le parole del deputato Caruso sulle leggi Treu e Biagi, e sui loro autori, sono inqualificabili, sotto ogni punto di vista.» - Daniele Capezzone (Rosa nel Pugno)

«Non sono certo le uscite irresponsabili e deliranti di Caruso che servono ad affrontare questi difficili problemi. Simili dichiarazioni servono solo ad avvelenare il clima e sono tanto più gravi in quanto rivolte anche a Marco Biagi, che non può replicare perché vittima di terroristi assassini» - Tiziano Treu (Margherita, uno dei "chiamati in causa" di Caruso)

«Sono sconcertato dalle affermazioni di Caruso e spero che si renda conto presto del danno che producono anche a chi lotta contro la precarietà. E quindi credo che si debba ricredere al più presto. Poi trovo di pessimo gusto citare il nome di Biagi, che è stato barbaramente ucciso dalle Br» - Gennaro Migliore (Capogruppo di Rifondazione Comunista alla Camera)

Caro Francesco, non so quanto ti possa consolare, ma io e molti precari abbiamo capito perfettamente quello che volevi comunicare tra le righe. E credo anche i tuoi "colleghi" politici, solo che in questo momento è molto meglio usare i luoghi comuni dell'indignazione sulle Br, sulla morte di Biagi, ecc....la morte di qualche migliaio di lavoratori poi non è che fa tanto notizia.

Ti riscrivo quello che avresti dovuto dire?

"Forse, ma non ne sono completamente sicuro (studi di Confindustria a riguardo non ve ne sono), alcune norme delle leggi Treu e Biagi, possono aver indotto i lavoratori flessibili ad interpretare male i dettami dei loro imprenditori. Se qualche manovale è morto è sicuramente ascrivibile ad errore umano (suo) ed ad un comportamento inadeguato derivante una interpretazione erronea delle norme di sicurezza"

Avresti fatto un figurone, avresti ricevuto plauso unanime e...beh, nessuno se ne sarebbe fregato niente. Il Savoir-faire non è il tuo forte, vero Francesco?

3 commenti:

Tommaso il cinico ha detto...

Mi ricorda tanto la favola de "Il vestito dell'Imperatore".....meno male che ogni tanto c'è qualcuno che grida che il Re è nudo....

Domani sui giornali i TROMBONI politicosindacali daranno fiato ai loro strumenti..... prevedo più clamore per quella frase che per gli oltre 600 morti sul lavoro che vi sono stai quest'anno..... e siamo solo ad Agosto!

Anonimo ha detto...

società a delinquere con alias di agenzia per il lavoro: ne hanno fatta un'altra grossa anzi più di una.... hanno presentato un progetto per ottenere un finanziamento di parecchi euro per la legge 53/2000 progetti di flessibilità per la conciliazione ex art.9 legge n. 53/2000 corredandolo di fatture di acquisto false per apparecchiature it mai acquistate con fornitore compiacente che le ha emesse. Il fatto grave è che il ministero del lavoro gliel'ha concesso (vedi estratto della graduatoria sul sito internet del ministero)e non ha ancora scoperto il malefatto. Ispettori del lavoro se ci siete battete un colpo e avviate dei seri controlli: andate a verificare quante lavoratrici madri di questa azienda ne hanno usufruito.....vi assicuro che anche qui ci hanno gabbato ! ex dipendente trenkwalder consapevole di questo fatto.

Anonimo ha detto...

AGENZIA INTERINALE CON SCOPI ILLECITI:ne hanno fatta un'altra grossa anzi più di una hanno presentato un progetto per ottenere un finanziamento di parecchi euro per la legge 53/2000 progetti di flessibilità per la conciliazione ex art.9 legge n. 53/2000 corredandolo di fatture di acquisto false per apparecchiature it mai acquistate con fornitore compiacente che le ha emesse. Il fatto grave è che il ministero del lavoro gliel'ha concesso (vedi estratto della graduatoria sul sito internet del ministero) non ha ancora scoperto il malefatto. Ispettori del lavoro se ci siete battete un colpo e avviate dei seri controlli: andate a verificare quante lavoratrici madri di questa azienda ne hanno usufruito.....vi assicuro che anche qui ci hanno gabbato ! ex dipendente trenkwalder consapevole di questo fatto.